Inauguro con questo post una serie legata alle recensioni dei vari browser web in circolazione.

Il primo di cui mi occuperò è Internet Explorer, sicuramente il browser più utilizzato nel mondo.

La ragione principale del suo successo è da ricercare nel modo in cui è distribuito: essendo preinstallato su Windows, molti utenti non vedono la necessità di cambiare browser.

Per anni Internet Explorer ha rappresentato un vero incubo per gli sviluppatori web, a causa della sua non aderenza agli standard del web.

La versione 9, disponibile su Windows Vista e 7 ha in tal senso rotto i ponti con il passato, spianando anche per il browser targato Microsoft la strada di una maggior compatibilità con i siti web che seguono gli standard. Ancora carente rispetto agli altri browser è tuttavia il supporto di alcune delle nuove feature di HTML 5.

Sicurezza e privacy

Per Internet Explorer, la sicurezza ha rappresentato per anni un tallone d’Achille. Fortunatamente la situazione è migliorata con le ultime versioni, sia per quanto concerne la sicurezza in sé (prevenire attacchi al computer e ai propri dati) che per quanto riguarda la privacy.

E’ incluso nel browser un filtro contro attacchi di tipo XSS (cross-site scripting) e contro il phishing, che ci permette di essere sicuri di fornire i nostri dati ai siti a cui sono indirizzati, e non a loro cloni fraudolenti.

E’ infine possibile monitorare e bloccare tutte le estensioni (toolbar, plug-in, acceleratori) che vengono aggiunte al browser, funzionalità molto utile per avere sotto controllo la situazione di cosa viene eseguito insieme al browser e bloccare componenti dannosi o penalizzanti per le prestazioni.

Prestazioni

Le prestazioni di Internet Explorer rappresentavano anch’esse un problema nelle versioni precedenti. La situazione è radicalmente cambiata a partire dalla versione 9, e abbiamo ora a che fare con un browser in grado di sfruttare al meglio sia i processori multi-core che l’accelerazione della scheda grafica. Tutto ciò si traduce in una maggior velocità di navigazione e nella possibilità di eseguire le più recenti applicazioni HTML5.

Estendibilità

Sebbene anche internet explorer possa essere integrato con nuovi componenti aggiuntivi, non si può dire di aver a che fare con un browser veramente estendibile secondo i gusti e le esigenze dell’utente.

In primis, non esiste alcun centro dalla quale sia possibile sfogliare un catalogo delle estensioni disponibili, cosa che invece avviene su altri browser.

Inoltre le estensioni esistenti non riescono a competere con quelle disponibili per i concorrenti del browser di Microsoft.

Aggiornamenti e disponibilità

Microsoft ha di recente deciso di forzare l’aggiornamento del browser sui PC, scelta motivata anche dal fatto che senza aggiornamenti di Internet Explorer il computer è più vulnerabile a minacce per la sicurezza.

Per Windows XP, tuttavia, Internet Explorer si è fermato alla versione 8, vecchia e con parecchi problemi ereditati dal passato.

Il browser non è aggiornato frequentemente, quindi è necessario aspettare per poter utilizzare nuove funzionalità.

Internet Explorer è disponibile solo su Windows.

Conviene utilizzarlo?

Allo stato attuale delle cose (IE9), non consiglio di utilizzare questo browser. Sebbene l’ultima versione di IE dimostri un impegno da parte di Microsoft per una maggior aderenza agli standard e per offrire un applicativo più sicuro ed affidabile, esiste ancora un netto distacco in termini di funzionalità e qualità a vantaggio di soluzioni concorrenti.

La sua enorme diffusione è dovuta principalmente al fatto che, essendo preinstallato sui PC, non viene sostituito dagli utenti meno esperti.

Se, tuttavia, il colosso di Redmond proseguirà la strada intrapresa con Internet Explorer 9, le prossime versioni non potranno che stupirci e migliorare il nostro modo di interagire con il web.