App-per-lo-studioSul digitale viaggiano le nostre comunicazioni, gran parte delle nostre attività lavorative ed anche una grossa fetta delle nostre affettività e dei nostri interessi si sviluppa ormai sul web grazie ai social network. A questa “deriva digitale” (in cui il termine deriva non deve però essere inteso in senso negativo), non poteva certo esimersi il mondo dell’istruzione che è invece per certi versi “costretto” a tenere il polso delle evoluzioni degli strumenti comunicativi per formare professionisti che siano domani in grado di gestirli.

In quest’ottica si inserisce ad esempio il grande eco che stanno avendo le università telematiche, i primi atenei che hanno deciso di affiancare alle lezioni in aula tradizionali la possibilità di seguire le stesse lezioni in streaming. Una tra queste è l’università di Unicusano, riconosciuta dal Ministero dell’Istruzione insieme ad altre 10 università telematiche sparse in tutto il paese, che danno la possibilità e il diritto allo studio a tutti quegli studenti che altrimenti sarebbero impossibilitati a seguire in sede i corsi di laurea breve, di secondo livello o i master.

La scuola sta diventando digitale? L’esperienza delle università telematiche sembra dirci proprio di sì, così come indicazioni chiare in materia ci arrivano anche dall’universo della apps per mobile in cui, affianco ai classici filoni dei social e delle news, stanno prendendo sempre più piede le applicazioni dedicate all’universo studenti ed alle loro necessità, “rinnovate” secondo l’egida della digitalizzazione più spinta.

Apps che abbracciano in maniera trasversale i due universi di iOS per iPhone ed iPad e di Android. Su App Store troviamo ad esempio iMatematica, perfetta per andare in soccorso della più classica delle “carenze” degli studenti, quella per l’algebra e la geometria. iMatematica offre formule “pret a porter”, più di 1000, ed oltre a fornire una veloce calcolatrice è anche in grado di risolvere operazioni più complicate come le equazioni di secondo grado.

Per Android segnaliamo invece l’app Libretto Universitario, un immancabile compagno di strada che accompagna la matricola a laurearsi, tenendo traccia dei voti di ciascun esame e fornendo in tempo reale le informazioni sulla nostra media voti.