Successful business womanMai come oggi il Web è uno strumento strategico per il successo di un’attività. Naturalmente da solo non basta, ma può aiutare chi è bravo nel proprio settore a mettersi in evidenza e raggiungere target di clientela nuovi.

Di seguito sono illustrati 10 modi per iniziare a investire nel web: dai più semplici e gratuiti a quelli che richiedono un maggior investimento, ma possono essere molto remunerativi.

 

Presenza sui social network

Prezzo: Gratis

Perché farlo: perché è gratuito, non richiede particolari competenze tecniche ed è un mezzo di comunicazione efficace.

A chi è utile: fondamentalmente a tutti, ma soprattutto alle attività locali che possono così sfruttare il passaparola via internet e informare il proprio bacino di clientela sulle offerte del momento.

Come iniziare: se non l’hai fatto iscriviti a Facebook, quindi crea una pagina per la tua attività. Ti consiglio anche di iscriverti a Twitter. Volendo puoi collegare i due servizi: in tal modo ciò che scriverai su uno dei due network sarà ripubblicato anche sull’altro.

Come andare avanti: dai sfogo alla tua fantasia e trova ogni giorno qualcosa di nuovo da pubblicare. Basta anche una semplice frase o una fotografia. Scrivi sui tuoi biglietti da visita e materiale promozionale di mettere il like sulla pagina Facebook e/o di seguirti su twitter.

Da evitare: i servizi per acquistare “Like” su Facebook o “Follow” su Twitter. Se da un lato incrementano il numero dei tuoi follower, dall’altro disperdono la possibilità che Facebook metta in mostra i tuoi post (ciò che pubblichi). E quindi dovrai poi pagare di più se vorrai farti pubblicità.

 

Sito web di presentazione

Prezzo: dai 200 ai 1000 €, ma anche di più in base alle tue esigenze.

Perché farlo: è uno spazio tutto tuo, che puoi gestire come vuoi. Puoi farti indicizzare tramite Google. E’ il punto di partenza per investire on-line.

A chi è utile: Alle aziende che vogliono presentarsi sul web con una veste grafica unica e basata sulla loro identità, con contenuti particolari e servizi interattivi.

Come iniziare: rivolgiti ad un professionista qualificato che ti illustrerà le sue offerte per il web. Scegli il tipo di sito web più adatto alle tue esigenze e alle tue disponibilità di spesa. Un bravo sviluppatore web non si limita ad offrirti il solo supporto tecnico, ma anche a definire come strutturare i contenuti, cosa pubblicare al fine di un risultato efficace e prepara un’immagine grafica fatta apposta per te.

Come andare avanti: considera la possibilità di un sito su cui puoi intervenire da te per aggiungere contenuti. E’ uno strumento molto utile per mantenere “vivo” il sito, migliorando le possibilità di farti trovare.

Da evitare: chi ti offre il sito a prezzi troppo bassi (studenti/ragazzini, “trafficoni” etc.). Un sito web, anche nella forma più semplice, richiede tempo e lavoro per raggiungere uno standard di qualità soddisfacente. Un sito fatto male può danneggiare la tua immagine aziendale o essere inutile. Un buon prezzo di partenza è sui 200 € circa. Se vuoi spendere meno, considera i social network oppure la prossima soluzione che ti propongo.

 

 

Blog

Prezzo: gratis.

Cos’è: E’ un sito web strutturato come un diario on-line. Oltre alle classiche pagine web prevede uno storico di articoli pubblicati per data.

Perché farlo: è gratis. E’ un’alternativa al sito web. Puoi gestire da te i contenuti. Ti permette di instaurare un rapporto amichevole e informale con il tuo pubblico.

A chi è utile: in particolare a chi ha voglia di comunicare cose nuove, condividere esperienze. Imprese locali con un bacino di clienti affezionati (ad esempio bar, pasticcerie).

Come iniziare: iscriviti a una piattaforma di blogging come Blogger, WordPress.org o AlterVista. Segui la procedura guidata per dare vita al tuo blog e iniziare a popolarlo di contenuti.

Come andare avanti: Pubblica regolarmente qualcosa. Non è necessario farlo tutti i giorni, ma è fondamentale non lasciar passare troppo tempo. Scrivi testi ben fatti, senza essere prolisso, ma sintetico ed efficace. Arricchisci i testi con fotografie e immagini. Rispondi ai commenti per mantenere il rapporto con i tuoi visitatori.

Da evitare: non rispondere ai commenti, non pubblicare contenuti per molto tempo.

 

Ottimizzazione SEO

Prezzo: variabile. Se fai realizzare il tuo sito web da un professionista serio, molto probabilmente sarà già ottimizzato.

Cos’è: E’ l’ottimizzazione dei contenuti del sito affinché siano rilevati dai motori di ricerca e associati alle parole chiave più strategiche.

Perché farlo: laddove è efficace permette di ottenere buoni risultati. I contenuti correttamente ottimizzati rimangono tali.

Quando è utile: quando il sito web di cui si dispone è difficile da trovare sui motori di ricerca. Oppure quando il sito è presente sui motori, ma si vorrebbero “spingere” determinate parole chiave.

Come funziona:

  • Vengono modificati i contenuti del sito affinché i testi siano ricchi di parole chiave in posizioni rilevanti (titoli, inizio di paragrafi ecc).
  • Vengono aggiunti i meta-tag, informazioni invisibili all’utente che vengono però lette dai motori di ricerca.
  • Eventuali elementi multimediali (immagini, oggetti avanzati) vengono corredati di una descrizione che li rende rilevabili dai motori.
  • Si agisce sui link per verificare che funzionino. Se lo stesso contenuto è accessibile da 2 indirizzi diversi, si fa in modo che solo uno sia quello “principale”, perché i contenuti duplicati sono penalizzati.
  • Vengono inserite parole chiave anche negli URL, gli indirizzi delle pagine.
  • Infine, se necessario, si cerca di fare in modo che il sito riceva collegamenti da altri siti di qualità. I più famosi motori di ricerca, infatti, valutano la popolarità di un sito in base ai link in entrata. Se questi provengono da un sito considerato di qualità (quindi non un sito pieno di pubblicità o di solo scambio link), anche il tuo sito viene premiato.

Come iniziare: verifica di averne effettivamente bisogno con alcune semplici attività:

  1. Apri google e/o bing e cerca “site:miosito.it”. Vedrai solo i risultati relativi al tuo sito web. Verifica che compaiano tutte le pagine accessibili al pubblico.
  2. Fai una lista delle parole chiave più appropriate per il tuo sito e cercale. Verifica in che posizione sei. Per le parole più specifiche alla tua attività (nome dell’azienda, marchi esclusivi che appaiono sul tuo sito) dovresti essere tra i primi.

Attenzione: in rete è pieno di “ciarlatani” che promettono miracoli in termini di indicizzazione. Per evitare fregature è bene sapere che:

  • I criteri con cui vengono stabilite le posizioni sui motori sono decisi da quest’ultimi e non si possono forzare. L’ottimizzazione serve solamente a fare in modo che i contenuti del sito siano rilevati e indicizzati correttamente.
  • Usare “trucchi” che sfruttano eventuali anomalie o buchi dei motori per spingere un sito potrà essere punito con la penalizzazione del sito stesso nei risultati.
  • Ottimizzare un sito significa intervenire sullo stesso, direttamente oppure spiegando a chi l’ha realizzato gli interventi da eseguire. Diffidate quindi da chi vi promette di ottimizzare il sito senza avere gli accessi a FTP, Database e area di amministrazione.
  • Il risultato dell’ottimizzazione in termini di posizionamento può richiedere diversi mesi.

 

Campagna AdWords

Cos’è: un servizio che mostra a pagamento il tuo sito nelle prime posizioni di Google quando un utente cerca determinate parole chiave decise da te.

Prezzo: variabile, puoi deciderlo tu. Fattori che influenzano il prezzo sono la portata del risultato e la concorrenza di altre attività che hanno investito sulle stesse parole chiave.

Perché farlo: è una forma di pubblicità relativamente economica (se comparata con altri media). Ti offre gli strumenti per andare a colpire il target di persone effettivamente interessate all’oggetto della tua attività, facendoti risparmiare.

A chi è utile: a chiunque voglia farsi trovare su internet per una determinata parola chiave.

Come iniziare: stila una lista di parole chiave (singole parole o brevi frasi) con cui vuoi farti trovare. Esegui una ricerca per evitare

 

Acquisto di domini

Acquistare un dominio (un nome miosito.it, com ecc) significa riservarlo a sé, quindi evitare che qualcun altro possa accaparrarselo. E’ il miglior investimento per proteggersi e proteggere i nomi dei propri marchi.

Un dominio costa poco (da 5 a 20 € / anno per le estensioni più comuni) e deve essere rinnovato tutti gli anni per non decadere e tornare libero.

Una volta acquistato un dominio lo si può utilizzare come semplice reindirizzamento al sito istituzionale. Oppure, per ospitare le cosiddette “Landing Page”: singole pagine web su un tema particolare (ad esempio il marchio a cui si riferisce il dominio), con contenuti originali e ricchi di parole chiave che attirano nuovi visitatori spingendoli a visitare il sito o a contattarti.

 

E-commerce o catalogo

Cos’è: un tipo di sito che presenta i tuoi prodotti al pubblico, eventualmente permettendo di acquistarli.

Prezzo: circa 2.000 €.

Perché farlo: questa tipologia di sito ha un’ottima indicizzazione. Se non hai la possibilità di farlo non sei costretto a vendere on-line: oggi molte persone si informano on-line e poi comprano in negozio! Altrimenti, vendendo on-line, puoi raggiungere un bacino di clienti che non ti aspettavi!

Come iniziare: Guardati intorno, quindi pianifica i dettagli del sito. E-commerce o catalogo? Quali prodotti vuoi vendere? Come vuoi gestire il magazzino? Cosa ti può rendere competitivo?

Rivolgiti quindi a un professionista qualificato per iniziare i lavori di realizzazione.

Attenzione: Un sito di questa tipologia richiede tempo ed è più difficile da gestire, ma può essere molto redditizio. Scegli un hosting di qualità per evitare rallentamenti o brutte sorprese.

 

Sito Mobile

Cos’è: un sito web pensato apposta per i cellulari e piccoli tablet.

Prezzo: simile al sito web. Se i contenuti sono ridotti costa meno.

Perché farlo: perché vuoi offrire ai tuoi clienti che consultano il sito da cellulare un’esperienza unica e un collegamento rapido alle informazioni più importanti.

Ideale per: ristoranti, bar e attività locali.

Consigli: lo schermo di un cellulare è piccolo e relativamente scomodo da leggere. Includi le informazioni più importanti, tagliando fuori tutto il superfluo. Rendi invece ben visibile un bel pulsantone “chiama” che fa partire una telefonata al tuo numero.

 

 

App

Cos’è: un’applicazione installabile su cellulari, tablet e computer. Puoi usarla se hai in mente un’iniziativa divertente o un servizio utile e vuoi coinvolgere i tuoi clienti. Non deve essere una “becera” copia del tuo sito web. Esempi: consultazione di informazioni; giochi; concorsi; accesso a contenuti esclusivi; ticket.

Prezzo: da 2.000 a 20.000 €, in base alla complessità

Perché farlo: per essere visibili sugli Store e coinvolgere i clienti con un’idea innovativa o un servizio utile.

Come iniziare: Elabora la tua idea, quindi rivolgiti a un programmatore con esperienza, che saprà indicarti le tecnologie più appropriate e i costi di sviluppo.

Consigli: i dispositivi mobile offrono una serie di caratteristiche interessanti che la tua app può utilizzare. In particolare queste:

  • Fotocamera
  • QR-code: simboli quadrati che se letti con la fotocamera possono rivelare le informazioni in essi codificate (link web, numeri di telefono, piccoli messaggi)
  • Accelerometro: sensore che riconosce i movimenti del dispositivo
  • Geolocalizzazione: rileva la posizione geografica del dispositivo ed eventualmente gli spostamenti
  • NFC: di recentissima introduzione, permette a due dispositivi di scambiarsi informazioni semplicemente sfiorandosi.

 

 

Servizi web

Per concludere questa rassegna di idee per investire sul web, ti ricordo che un sito web può fare molto di più che limitarsi a presentare la tua attività: puoi utilizzarlo per implementare servizi da offrire ai tuoi clienti e collaboratori.

I vantaggi sono molteplici: riduci gli spostamenti, automatizzi alcuni processi e le informazioni sono sempre disponibili.

Chiaramente il prezzo varia a seconda delle tue esigenze, quindi non posso fare che indicare alcune idee:

  • Area riservata (pagine con accesso protetto da password)
  • Area download
  • Archiviazione documentale
  • Area clienti, ad esempio con lo storico delle operazioni e i disposizioni in sospeso
  • E-commerce B2B (Business-to-business ottimizzato per le dinamiche di acquisto tra imprese)
  • Cataloghi sfogliabili on-line
  • Generatori di preventivi, progettazione di prodotti personalizzati
  • E molto altro…

 

Ora sta a te scegliere: di qualunque tipo o dimensione sia la tua attività, nel Web puoi trovare una soluzione che fa per te. E’ un’onda che ti conviene cavalcare da ora, per essere competitivo e tenere il passo con la concorrenza!