virtualizationHyper-V è la soluzione di Microsoft per la creazione di macchine virtuali, distribuita inizialmente con Windows Server e ora inclusa in Windows 8 (ma installabile solo su richiesta).

Laddove Hyper-V è attivato, tuttavia, non è possibile usare contemporaneamente altre soluzioni di virtualizzazione.

Questo perché sui computer moderni la virtualizzazione è gestita tramite una serie di tecnologie che permettono alle macchine virtuali di “bypassare” il sistema operativo ospitante, con un guadagno di prestazioni e la possibilità di accedere direttamente alle risorse dell’hardware fisico.

Ovviamente, perché le macchine virtuali siano controllabili, è necessario che il sistema operativo sotto cui girano possa controllarne l’esecuzione: ciò è possibile grazie all’HyperVisor, un componente che nel caso di Hyper-V viene caricato a livello di sistema durante il boot.

Se però avessimo bisogno di eseguire Hyper-V e VMWare sulla stessa macchina, dovremmo per forza disinstallare uno dei due? La risposta è no: con un semplice trucco possiamo fare in modo di disabilitare all’avvio Hyper-V per poter usare VMware, e viceversa.

Sarà sufficiente aprire un prompt dei comandi come amministratore e utilizzare i seguenti comandi:

  1. bcdedit /copy {current} /d “Windows 8 without Hyper-V”
    Questa prima istruzione crea una copia del record di avvio corrente e la chiama con il nome specificato tra doppi apici. La risposta del comando sarà qualcosa simile a
    The entry was successfully copied to {4c21825f-e04b-11dd-b760-00195b61617a}
    Il codice tra le parentesi graffe è l’UUID identificativo universalmente univoco della nuova voce del bootloader di Windows.
  2. bcdedit /set {4c21825f-e04b-11dd-b760-00195b61617a} hypervisorlaunchtype off

Tutto qui! All’avvio di Winodws il bootloader permetterà di scegliere tra il Windows 8 con l’hypervisor di Microsoft e quello senza. Nel primo caso non funzionerà VMWare, nel secondo non funzionerà Hyper-V.

In questo modo, però, potete tenere entrambi senza doverne disinstallare uno. Utile per chi sviluppa su Windows Phone, il cui emulatore richiede Hyper-V.