compressione NTFSNTFS, il filesystem che oggi è lo standard su Windows, integra nativamente la capacità di comprimere i file, facendogli occupare meno spazio su disco.

Il punto di forza è che questa compressione opera in maniera trasparente, quindi è possibile accedere ai file compressi senza strumenti aggiuntivi.

Abilitare la compressione sui file significa tuttavia trovare un compromesso tra spazio occupato e consumo delle altre risorse di sistema (memoria, CPU, attività del disco). In quest’articolo faremo chiarezza su quando la compressione può portare vantaggi e quando è invece meglio evitare.

Compromessi

La compressione NTFS rende i file più piccoli senza costringere all’uso di strumenti di terze parti o ad operazioni aggiuntive, tuttavia può rendere più lento l’accesso ai file.

Ciò non accade sempre: i recenti processori sono diventati più veloci, mentre le unità a disco rigido tradizionali sono rimaste relativamente lente. Di conseguenza, aprire file più piccoli può addirittura richiedere meno tempo.

La compressione NTFS è comunque meno aggressiva rispetto all’uso di formati quali il 7-zip.

Quando usare la compressione NTFS

  • File a cui si accede raramente.
  • File in formati non compressi (in particolare documenti di testo e PDF, la cui dimensione cala drasticamente con la compressione). Il risparmio di spazio sui formati compressi come musica, video e immagini JPEG è invece del tutto trascurabile.
  • Risparmiare spazio su unità SSD piccole. La compressione, tuttavia, aumenta il numero di scritture, accorciando la vita del disco.
  • In generale, computer con processori veloci e unità disco lente.

Quando non usare la compressione NTFS

  • Programmi e file di sistema. La compressione riduce le performance e può causare altri errori.
  • Server con un carico elevato di processore.
  • File in formati già compressi, dove la compressione non diminuirebbe in modo significativo lo spazio occupato.
  • Computer con processori lenti o alimentati a batteria.

Ricapitolando:

La compressione NTFS può portare a riduzioni di spazio al piccolo prezzo di un maggior uso del processore. Se usata su documenti non compressi o file a cui si accede raramente si rivela molto efficace. Inoltre, a differenza dell’uso di sistemi di archiviazione quali ZIP o 7-Zip, non cambia nulla nel modo di accedere ai file.