Che differenza c’è tra hub e switch?

Hub vs Switch: due apparecchi di rete all’apparenza simili, che collegano tra loro i dispositivi di rete. Qual è la differenza tra essi?

L’hub lavora sul livello 1 della pila ISO/OSI, cioè quello fisico. In pratica si limita a fare in modo che i cavi di rete siano interconnessi tra di loro.

Tutti comunicano con tutti: immaginate 8 case disposte in cerchio, da ognuna delle quali parte una strada, e tutte le strade convergono verso un unico punto.

Non esiste nessuno che regoli il traffico e nessuna delle case sa dove si trovi la casa con cui vuole comunicare. Per questo motivo, quando deve portare un messaggio ad una delle altre case, manda 7 emissari, uno per ciascuna casa. 6 di loro non avranno raggiunto la destinazione, uno sì. Però pensate al traffico che si è generato per quelle strade!

E’ una metafora di cosa avviene in una rete dove i dispositivi sono collegati tramite hub. Ogni PC che deve comunicare con un altro manda il proprio segnale a tutti, il quale non sarà scartato dall’unico a cui questo era effettivamente diretto.

Hub vs Switch, differenza tra hub e switch spiegata

Un hub di rete crea il solo collegamento fisico tra i dispositivi, ma non stabilisce il collegamento diretto tra i due nodi direttamente coinvolti nella comunicazione.

Lo switch, invece, è un po’ più sofisticato. Come dice il nome (switch vuol dire scambiare, ma anche interruttore), questo tipo di apparecchio impara a memoria (tecnicamente, conserva su tabelle di switching) dove si trovano i vari dispositivi connessi in rete e fa in modo che i pacchetti di dati trasmessi siano instradati tra i due punti direttamente coinvolti nella comunicazione.

Da ciò si può intuire che un hub non è adatto a reti più grandi di pochi PC, in quanto la comunicazione tra nodi genera ridondanza di dati e congestione, con un conseguente rallentamento generale della rete. Uno switch, per contro, costruisce di volta in volta il percorso di rete

Author: Federico Flecchia

Classe 1991, sviluppatore web e docente di laboratorio tecnologie informatiche.
Ha fondato il blog di Living in 2k per condividere la sua passione e diffondere un po’ di cultura informatica.
E’ laureato in Scienze dell’Amministrazione e Consulenza del Lavoro.
Segni particolari: sognatore, poliedrico.

Share This Post On

Dì la tua!